10
Apr
2022

Una orgogliosa WithU Bergamo esce a testa alta dal match contro San Vendemiano

Si interrompe in Veneto la striscia positiva della WithU Bergamo, che nella 26^ giornata di campionato viene battuta per 78-73 dalla Rucker Sanve San Vendemiano. Una gara iniziata in salita per gli uomini di Cagnardi, sotto di 14 lunghezze sin dalla metà del primo quarto: le triple di Verri e Nicoli scavano il solco, ma la WithU non esce mai di partita, fino ad arrivare al -5 nell’ultimo minuto di gioco, trascinata dalla presenza di Dell’Agnello e dai punti di Isotta e Simoncelli. La sconfitta – la prima dopo sei successi in fila – porta comunque in dote buone indicazioni, contro un avversario che ha dimostrato di valere una delle prime quattro piazze in classifica. Nell’appuntamento pre-pasquale seconda trasferta consecutiva per la WithU, ospite della pericolante Crema il prossimo sabato 16 aprile.

Le triple di Baldini e Verri lanciano i veneti in avvio, San Vendemiano prende subito la doppia cifra di vantaggio (11-0 al 4’), mentre la WithU si sblocca con Sodero. I blu-arancioni rompono il ghiaccio e trovano i canestri di Cagliani e Savoldelli (16-7 al 7’), dall’altra parte San Vendemiano continua a segnare dall’arco con Nicoli per il +15. Bergamo recupera in chiusura di quarto e l’ingresso di Simoncelli e Ihedioha dà nuova linfa: Isotta sigla cinque punti in fila per mettere la WithU a soli quattro punti di distanza (26-22 al 14’), i padroni di casa si affidano sempre a Verri per riallungare e ritrovare la doppia cifra di vantaggio. Dell’Agnello si prende sulle spalle i suoi ma San Vendemiano resta avanti con i suoi esterni (38-28 al 18’), e le conclusioni dall’arco di Verri e Baldini danno ai veneti il +14 all’intervallo lungo (46-32 al 20’).

La WithU Bergamo rientra decisa dagli spogliatoi, due bombe consecutive di Isotta accorciano il gap (49-38 al 24’), Baldini gestisce per i compagni il nuovo +16 interno; i tanti tiri liberi tirati da ambo le parti non cambiano fondamentalmente la sostanza (60-47 al 28’), Isotta si conferma in serata e replica a Nicoli, e quando inizia l’ultimo periodo Bergamo recupera fino al -11 (67-56 al 32’). Nicoli riapre il margine con cinque punti consecutivi ma la WithU non muore e Dembelè costringe Mian a sistemare le idee dei suoi (73-62 al 35’). Sodero ed Isotta tengono viva la gara (78-68 al 37’), la WithU ci prova fino agli ultimi secondi dopo il -5 di Simoncelli a 37” dalla sirena, ma il miracolo sportivo non si concretizza. Al PalaSaccon finisce 78-73 in favore della Rucker Sanve San Vendemiano.

Rucker Sanve San Vendemiano-WithU Bergamo 78-73 (24-12, 46-32, 65-51)

Rucker Sanve San Vendemiano: Giacchè 6 (2/4, 0/5), Baldini 9 (0/1, 2/5), Verri 22 (1/1, 5/8), Gatto (0/2 da tre), Vedovato 11 (4/6); Borsetto 2 (1/1, 0/1), Nicoli 18 (3/4, 4/8), Azzaro 10 (3/3, 1/7), Zocca (0/1, 0/1), Ballaben n.e., Sanguinetti n.e.. All. Mian

WithU Bergamo: Savoldelli 4 (2/3, 0/3), Sodero 11 (4/7, 1/6), Cagliani 2 (1/1), Dell’Agnello 17 (4/13, 0/2), Dembelè 2 (1/3); Ihedioha 2 (0/2), Simoncelli 11 (1/2, 3/5), Isotta 24 (6/7, 4/5), De Martin (0/1 da tre), Manenti (0/1), Bedini n.e., Piccinni n.e.. All. Cagnardi

Tiri liberi: Rucker Sanve San Vendemiano 14/20, WithU Bergamo 11/15

Rimbalzi: Rucker Sanve San Vendemiano 36 (Vedovato 12), WithU Bergamo 32 (Dell’Agnello 10)

Assist: Rucker Sanve San Vendemiano 20 (Baldini 6), WithU Bergamo 15 (Dell’Agnello 8)

Usciti per 5 falli: nessuno

Spettatori: 150 circa

[Domenica 10 aprile 2022]




ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

    Acconsento al trattamento dei dati personali secondo l'informativa della privacy

    replica rolex
    «
    »