09
Dic
2020

Udine fa valere la legge della capolista al Pala Agnelli

La Withu Bergamo non fa il colpo, e viene sconfitta a domicilio dall’Old Wild West Udine per 59-76. La capolista fa valere la sua legge (quinto successo consecutivo), mettendo in campo tutto il proprio arsenale: fisicità, atletismo e profondità del roster. Ma Bergamo non demerita, almeno per 20’, dove resiste fieramente alla differenza di taglia tra le due squadre. Per i friulani quattro uomini in doppia cifra, dove brillano JohnsonFoulland e Deangeli, per Bergamo buona prova di un Purvis pimpante, specialmente nel secondo quarto, con il solito Pullazi anch’esso in doppia cifra. Tra meno di 72 ore si torna in campo: al PalaAgnelli sabato 12 dicembre arriva l’Orlandina Capo d’Orlando, per la terza gara in sei giorni a chiusura di questo primo tour-de-force stagionale.

Udine parte fortissimo con i suoi americani, Bergamo impiega qualche possesso per entrare nel match ma ci sono le triple di Purvis e Da Campo a tenere a galla i gialloneri (8-12 al 5’). La gara è viva, le due squadre mettono in campo tutta la loro fisicità, Johnson è sempre protagonista nel nuovo allungo ospite, Udine trova il +11 con i liberi di Foulland Italiano e chiude avanti la frazione 11-19. Bergamo trova risorse da Vecerina Parravicini, che rimettono i gialloneri a soli tre punti di distanza, Udine si rianima anche grazie ai continui cambi ordinati da Boniciolli (18-25 al 14’). Purvis si mette sulle spalle i suoi, sette punti in fila tengono in scia Bergamo che resiste egregiamente, Foulland sotto canestro si fa sentire ma anche Seck sa il fatto suo; il primo tempo si chiude con Bergamo che riaccorcia e si porta sul 32-36.

Di rientro dagli spogliatoi è Udine che prende in mano le redini della gara con i suoi lunghi: gli ospiti toccano il nuovo +14 grazie a due triple consecutive di Giuri, che obbligano Calvani al time-out (34-48 al 24’). Pullazi batte un colpo ma Udine resta in controllo con Johnson, e a nulla servono gli sforzi difensivi per evitare i canestri di Amato e Pellegrino per il massimo vantaggio esterno. Easley si fa vedere in chiusura di frazione, ma il tabellone recita 45-59 in favore di Udine prima degli ultimi dieci minuti. Il divario non cambia, Udine inserisce il pilota automatico anche se le triple di Pullazi e Bedini tengono acceso il match fino a 3’ dalla fine. Sono FoullandJohnson e Deangeli a sigillare la vittoria friulana, al PalaAgnelli finisce 59-76 in favore dell’Old Wild West Udine.

Withu Bergamo-Old Wild West Udine 59-76 (11-19, 32-36, 45-59)

Withu Bergamo: Zugno 5 (2/7, 0/1), Purvis 16 (3/9, 3/10), Da Campo 5 (1/1, 1/5), Pullazi 12 (0/6, 3/7), Easley 2 (1/8); Seck 4 (2/4, 0/1), Parravicini 6 (1/2, 0/2), Vecerina 6 (1/1, 1/3), Bedini 3 (0/1, 1/1), Siciliano n.e.. All. Calvani

Old Wild West Udine: Giuri 9 (0/3, 3/6), Johnson 18 (4/8, 2/7), Deangeli 13 (2/2, 2/3), Antonutti 6 (3/6, 0/1), Foulland 12 (5/8); Nobile, Italiano 2 (1/1, 0/2), Pellegrino 2 (1/1), Mobio 1, Amato 13 (2/3, 3/5), Agbara. All. Boniciolli

Tiri liberi: Withu Bergamo 10/16, Old Wild West Udine 10/12

Rimbalzi: Withu Bergamo 34 (Easley 9), Old Wild West Udine 46 (Foulland 13)

Assist: Withu Bergamo 11 (Zugno 4), Old Wild West Udine 18 (Giuri 8)

Usciti per 5 falli: 

Spettatori: gara disputata a porte chiuse




ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

    Acconsento al trattamento dei dati personali secondo l'informativa della privacy

    «
    »