23
Feb
2019

STOP PER BERGAMO, A FERENTINO PASSA LA LEONIS ROMA

Brusco stop per Bergamo, che dopo il successo di Biella cede al Pala Ponte Grande di Ferentino alla Leonis Roma. Una battuta d’arresto netta, come testimoniato dal 96-70 finale: una gara subito in salita per gli uomini di Dell’Agnello, che hanno faticato a trovare la via del canestro e non sono riusciti ad arginare Jones, MVP della sfida con 32 punti a referto. Bergamo resta al quarto posto in classifica, ed è attesa dal weekend di Coppa Italia: venerdì 1 marzo il via alla kermesse con il quarto di finale contro la XL Extralight Montegranaro, al PalaSavelli di Porto San Giorgio (palla a due alle ore 21.00).

Inizio da mani fredde, ci pensa Fattori a rompere il ghiaccio, prima che la Leonis alzi la testa e trovi canestri con Jones e Fall (8-7 al 5′). Si sbaglia molto in questo frangente, i padroni di casa restano avanti con Fall, costringendo Dell’Agnello a cambiare le carte in tavole inserendo Casella e Zucca, ma Bergamo continua a litigare con il canestro; Roma amplia il suo margine con Loschi dalla lunetta, chiudendo avanti la prima frazione sul 17-9 grazie alla tripla di Jones a fil di sirena.

Roma tocca con Jones la doppia cifra di vantaggio, Bergamo trova punti da Zugno ma Hollis e Loschi mettono a nudo i problemi dei gialloneri (26-12 al 13′). Dell’Agnello scuote i suoi ma le risposte non sono quelle desiderate, Jones invece continua a martellare dall’arco per il +18 interno (36-18 al 17′), di qua Casella e Roderick vanno a segno dalla lunetta. Un fuoco di paglia, perché la Leonis non cede e chiude saldamente avanti il primo tempo 43-27.

La musica purtroppo non cambia: Bergamo continua a non segnare e per Roma gestire il divario non è complicato (45-27 al 23′). Fattori e Benvenuti sprigionano un mini-break che dà vita ai gialloneri – ancora a -13 – ma è un attimo perché Roma riprende il filo con Amici, i cui sei punti consecutivi ridanno margine ai suoi (53-36 al 26′). La gara procede a strappi, Bergamo ricuce con pazienza fino al -11, ma in chiusura di periodo Roma allunga nuovamente sfruttando un doppio fallo tecnico alla panchina giallonera (62-42 al 30′).

Nel mini-intervallo un battibecco tra Roderick ed Amici porta all’espulsione di entrambi, e di fatto non c’è più partita. Roma sfonda con i suoi americani, Bergamo non trova reazione se non con qualche viaggio in lunetta (72-46 al 33′). La gara dice poco, Roma tiene sempre un consistente vantaggio e manda in porto il match senza troppe difficoltà. Al Pala Ponte Grande finisce 96-70 in favore della Leonis Roma.

Leonis Roma-Bergam0 96-70 (17-9, 43-27, 62-42)

Leonis Roma: Fanti 2 (1/3), Jones 32 (7/12, 4/8), Amici 11 (2/2, 2/4), Hollis 11 (3/11, 1/3), Fall 12 (6/9); Loschi 11 (2/7 da tre), Infante 6 (2/2), Bushati 8 (1/2, 2/4), Bonessio, Cianci, Santini, Rocchi 3 (1/1 da tre). All. Nunzi

Bergamo: Taylor 17 (5/10, 1/6), Roderick 5 (2/9, 0/2), Sergio 3 (0/2, 1/5), Fattori 12 (3/5, 2/6), Benvenuti 16 (4/4, 2/3); Zucca 2 (0/1), Casella 8 (1/4, 1/6), Zugno 7 (2/3, 0/1), Bedini, Piccoli n.e.. All. Dell’Agnello

Tiri liberi: Leonis Roma 16/19, Bergamo 15/20

Rimbalzi: Leonis Roma 49 (Hollis 11), Bergamo 32 (Fattori, Roderick 6)

Assist: Leonis Roma 20 (Amici 7), Bergamo 6 (Roderick 3)

Usciti per 5 falli: nessuno. Espulsi Dell’Agnello (Bergamo) per doppio fallo tecnico, Roderick (Bergamo) ed Amici (Leonis Roma) per reciproche scorrettezze.

Spettatori: 300

Guarda la conferenza stampa post-partita di Sandro Dell’Agnello

 

[Domenica 24 febbraio 2019]




ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

    Acconsento al trattamento dei dati personali secondo l'informativa della privacy

    «
    »