21
Nov
2022

Parola al mister. Coach Ghirelli analizza Monfalcone-BB14

“La gioventù non può essere sempre un alibi, sapevamo che avremmo incontrato alti e bassi, e per questo non facciamo tragedie, ma dobbiamo crescere”. Potrebbe essere questo il succo del discorso fatto da Gabriele Ghirelli al termine della gara persa a Monfalcone, la quarta sconfitta di questo campionato, la terza in trasferta. “Sapevamo già in partenza che potevamo avere degli alti e bassi, non dobbiamo quindi fasciarci la testa – dice Gabriele Ghirelli – abbiamo giocato più fuori casa che in casa e questo può fare la differenza, in casa abbiamo sempre fatto bene, purtroppo ci manca la partita con il Lumezzane che recupereremo mercoledì prossimo. Adesso inizia un periodo di fuoco, con partite infrasettimanali sia di B che di U19 e quindi non sarà semplice gestire l’impegno fisico, ma l’esperienza si fa giocando. Quello che dobbiamo capire è che sono due campionati molto diversi, nei Senior ogni palla conta, ogni partita conta e specialmente fuori casa devi essere più solido di testa, cosa che a noi manca ancora molto”.

Ghirelli sottolinea come non sia il caso di fare drammi: “Come detto dobbiamo stare tranquilli, noi (società e giocatori) sappiamo che la qualità c’è, dobbiamo essere più squadra soprattutto quando ci sono delle difficoltà. A Monfalcone abbiamo fatto un primo tempo molto molto buono sotto il profilo offensivo, siamo riusciti a fare quello che ci eravamo detti in settimana. Mentre difensivamente abbiamo fatto male, abbiamo concesso troppo, 5 triple a Rezzato che sappiamo fa quello non si possono concedere. Nel secondo tempo dovevamo dare una sferzata, ce lo siamo detti negli spogliatoi, ma invece la sferzata nel terzo quarto l’hanno data loro e noi abbiamo fatto gli stessi errori non abbiamo più mosso il pallone, abbiamo forzati i tiri, non abbiamo ricostruito e ci siamo condannati. Non è la prima volta che nel terzo quarto facciamo così, dobbiamo essere molti più bravi a girare noi le partite per primi e a capire che, ogni pallone pesa, che ogni possesso pesa e che ogni partita è a sé. La qualità l’abbiamo, ma dobbiamo, io in primis, essere molto più esigenti con noi stessi, essere ancor più squadra quando le cose non vanno bene e invece la tendenza e a mettersi in proprio. E dobbiamo fare meglio in fase difensiva perché se è pur vero che noi siamo soprattutto una squadra offensiva, è altrettanto vero che se ogni partita subisci più di 80 punti devi giocare 40 minuti come abbiamo giocato i primi 20’ a Monfalcone, altrimenti fuori casa non vinci. Ghirelli guarda avanti: “Domenica andremo a Padova, la Virtus è partita male ma adesso è in grande ripresa, e poi abbiamo l’infrasettimanale con Lumezzane e Ragusa, entrambe in casa, subito dopo si va a Reggio Calabria, e a tutti questi impegni dobbiamo aggiungere le partite dell’U19. Sarà soprattutto una questione di testa, perchè tempo per allenarci, a parte questa settimana, ce ne sarà poco. Dobbiamo fare il salto bruciando le tappe perchè, anche la storia della gioventù, adesso è terminata”.




ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

    Acconsento al trattamento dei dati personali secondo l'informativa della privacy

    replica rolex
    «
    »