18
Dic
2020

Le prime 250 partite del Presidente Massimo Lentsch

La gara di domenica 20 dicembre, tra Staff Mantova e Withu Bergamo, segna il raggiungimento di un traguardo importante per il Presidente Massimo Lentschle prime 250 partite a Bergamo.

Massimo Lentsch inizia la sua avventura nel 2013, quando entra nell’allora Virtus Bergamo (campionato DNC) come main sponsor con il marchio Co.Mark, e l’anno dopo – conquistata la Serie B con la vittoria del campionato – diventa Presidente della neonata Bergamo Basket 2014. Tre anni di Serie B, in cui la squadra ha sempre raggiunto almeno le semifinali Play-Off, ed altrettante stagioni in Serie A2 (quella appena iniziata è la numero quattro).

Un percorso esaltante, difficile e stimolante allo stesso tempo, una scelta che va avanti negli anni e non si è fermata davanti agli ostacoli extra-cestistici dell’ultimo periodo.

Sette anni, 250 gare con quella di domenica prossima a Mantova. Presidente Lentsch, un bilancio di questo periodo.

Sono soddisfatto di quello che ho fatto, 7 anni di gestione con due promozioni e quarto anno consecutivo in A2 per Bergamo, sono molto soddisfatto!

Una scelta che rifarebbe.

Creare e sposare per tutto questo tempo il progetto BB14. Gioie? Delusioni? Tanto di tutto!

La partita che rigiocherebbe.

Rigiocherei volentieri le partite della Final Four di Montecatini del 2017, perché solo la sfortuna ci ha fermato…

Il momento più bello in assoluto, ovvero la gioia più grande.

La promozione dalla Serie C alla Serie B è stata un’immensa festa: prima, durante a soprattutto dopo la partita!

Un progetto futuro sul quale focalizzarsi, per fare crescere ulteriormente Bergamo Basket 2014.

Dobbiamo tutti quanti rimanere sul pezzo, impegnarci per terminare il processo in corso di riorganizzazione societaria e gestionale, per poi provare a guardare verso nuovi obiettivi.

Allora buon compleanno Presidente, da tutto il mondo giallonero altre 250 di queste partite!




ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

    Acconsento al trattamento dei dati personali secondo l'informativa della privacy

    «
    »