08
Feb
2020

LA RIMONTA DI BERGAMO SI FERMA A -4, BIELLA PASSA AL PALA AGNELLI

Una Bergamo a due facce, negativa nel primo tempo e positiva nella ripresa, lotta fino all’ultimo contro l’Edilnol Biella, ma deve lasciare i due punti ai piemontesi. I piemontesi sbancano il PalaAgnelli con il punteggio di 76-89: gli uomini di Galbiati comandano le operazioni sin dalle prime battute, si prendono sedici punti di vantaggio all’intervallo ma subiscono la rimonta rabbiosa di Bergamo, tornata a -4 a cinque minuti dalla fine. Nel finale la lucidità di Saccaggi e compagni ha la meglio; Bergamo può recriminare per aver concesso troppo nella prima parte di gara, ma va lodata – una volta in più – la tenacia di Zugno e soci, mai domi nelle difficoltà. Il prossimo impegno vedrà Bergamo volare in Sicilia per affrontare la 2B Control Trapani, quando mancano tre giornate alla fine della prima fase.

Biella si prende l’avvio gara, con Lombardi e Polite che costringono Calvani a chiamare immediatamente time-out (2-9 al 4’). Bergamo sembra spaesata e fatica contro la fisicità ospite, Lombardi sigla il primo vantaggio in doppia cifra, e – come se non bastasse – Bergamo perde Allodi per un colpo alla caviglia. I gialloneri cercano di rialzarsi ma non lucrano nulla da un fallo antisportivo fischiato a Polite, con Calvani che deve togliere capitan Bozzetto gravato di tre falli; Biella non cala la sua spinta ed arriva anche a +16, Carroll prova a dare la scossa con cinque punti consecutivi ma alla prima sirena Bergamo deve inseguire da lontano (13-26 al 10’). Carroll è il referente di Bergamo, Biella è viva anche con la sua panchina (18-33 al 13’); i gialloneri patiscono a rimbalzo e non trovano il canestro da fuori, gli ospiti controllano il ritmo senza eccessivi patemi prendendosi il +20 con Bortolani, prima della timida reazione interna sul finale di frazione (29-45 al 20’).

Bergamo prova a rientrare nel match, ma ogni tentativo è frustrato dai lunghi biellesi (34-52 al 24’). Da metà quarto però cambia tutto: le triple di Carroll, unite a quelle di Dieng e Jackson portano Bergamo a -11 (46-57 al 27’), Biella replica con Polite ma ancora Jackson inchioda il -10 che riapre incredibilmente i giochi. Zugno avvicina ulteriormente Bergamo con un gioco da tre punti, ma è di Biella l’ultima parola del quarto, con Pollone che sigla il +11 a fil di sirena (54-65 al 30’). C’è partita, Bergamo trova energia da altre due triple a firma Zugno e Bozzetto, protagonisti nel mini-break che avvicina i gialloneri (65-69 al 35’); passata la burrasca Biella torna lucida e va dai suoi lunghi, con Saccaggi abile a trovare il canestro e servire a turno Omogbo, Barbante e Lombardi. I piemontesi scappano definitivamente con i loro capitani (70-83 al 38’), l’orgoglio di Bergamo rimanda il verdetto all’ultimo minuto, anche se gli ospiti non rischiano mai. Al PalaAgnelli finisce 76-89 in favore dell’Edilnol Biella.

Bergamo-Edilnol Biella 76-89 (13-26, 29-45, 54-65)

Bergamo: Zugno 21 (6/10, 2/10), Jackson 19 (5/8, 3/8), Carroll 22 (2/6, 4/6), Allodi 2 (1/2), Bozzetto 5 (1/3, 1/1); Costi 2 (1/1, 0/1), Dieng 5 (1/4, 1/4), Augeri, Parravicini n.e., Marra n.e., Crimeni n.e., Bertuletti n.e.. All. Calvani

Edilnol Biella: Saccaggi 9 (3/5, 0/2), Bortolani 13 (4/8, 1/7), Polite 7 (3/5), Lombardi 25 (7/10, 3/5), Omogbo 18 (6/14, 0/2); Pollone 5 (1/1, 1/1), Barbante 7 (2/3, 0/1), Massone (0/4, 0/1), Deangeli 5 (2/2), Donzelli n.e., Bassi n.e., Blair n.e.. All. Galbiati

Tiri liberi: Bergamo 9/11, Edilnol Biella 18/25

Rimbalzi: Bergamo 34 (Carroll 10), Edilnol Biella 47 (Lombardi, Omogbo 9)

Assist: Bergamo 9 (Zugno 3), Edilnol Biella 13 (Saccaggi, Massone 4)

Usciti per 5 falli: Bozzetto (Bergamo), Polite (Biella)

Spettatori: 650

Guarda la conferenza stampa post-partita di Marco Calvani

 

[Sabato 8 febbraio 2020]




ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

    Acconsento al trattamento dei dati personali secondo l'informativa della privacy

    «
    »