10
Nov
2019

IL CUORE DI BERGAMO NON BASTA, AL PALARUFFINI VINCE TORINO

Bergamo annusa il colpaccio in casa della Reale Mutua Torino, ma viene sconfitta al PalaRuffini con il punteggio di 84-80. Una gara che Torino ha saputo prendere in mano a partire dal secondo quarto grazie alle prestazioni superlative della coppia americana MarksPinkins (56 punti in due), ma che Bergamo non ha mai mollato, trovandosi a soli due punti negli ultimi istanti di gara. Non basta ai gialloneri la prova maiuscola di Ruben Zugno, autore di 22 punti, sotto le Mura arriva la quarta sconfitta consecutiva, anche in questo caso maturata in volata. All’orizzonte per gli uomini di Calvani c’è ora la doppia gara casalinga, prima con Napoli e poi con Agrigento, importanti per trovare quell’autostima che le ultime gare hanno minato.

La gara parte su buoni ritmi, dove gli attacchi si fanno sentire (12-12 al 5’). Torino capisce subito che Marks e Pinkins sono in serata, Bergamo risponde con i canestri di Zugno e Carroll per tenere la scia dei padroni di casa sul finale di quarto, dove gli stranieri di Torino hanno già totalizzato 21 punti (24-20 al 10’). Bergamo fatica nel secondo quarto, sia in attacco che in difesa, e paga oltremodo dazio alle scorribande dei gialloblu: arriva un veloce 9-0 che permette a Torino di prendersi il vantaggio in doppia cifra (33-20 al 13’), vantaggio che si mantiene costante per tutto il periodo. Bergamo reagisce solo a tratti, e deve subire l’ennesimo allungo interno fino al +16, prima che Carroll e Marra fissino il 45-33 di metà gara. All’intervallo per Torino ci sono i 39 punti combinati tra Marks e Pinkins, che dominano letteralmente in ogni zona dell’attacco di casa.

Bergamo trova energie ad inizio ripresa, e Lautier-Ogunleye finalizza il contropiede del -7 (52-45 al 24’). È un fuoco di paglia, perché Torino, passata la burrasca, si mette di buona lena per ricostituire il vantaggio: Cappelletti entra nel match con 5 punti consecutivi, anche Campani dà man forte in attacco (65-52 al 28’). Bergamo si aggrappa al match con le unghie e con i denti, Allodi segna dall’arco per il -10 (69-59 al 30’), ma arriva impietosa la risposta casalinga con i soliti Pinkins e Marks. Torino resta saldamente in controllo ma non chiude mai il match, allora Bergamo prova a rientrare: trascinati da Zugno i gialloneri tornano a -5 a 4’ dalla fine, Torino non segna più dal campo ed il solito Zugno inchioda la tripla del -2 a 23” dalla sirena che riapre i giochi. Marks non trema dalla lunetta per il nuovo +4 interno, sull’ultimo possesso Zugno e Carroll sono beffati dal ferro, che sputa le rispettive conclusioni e consegna ai piemontesi il successo. Al PalaRuffini finisce 84-80 in favore della Reale Mutua Torino.

Reale Mutua Torino-Bergamo 84-80 (24-20, 45-33, 69-59)

Reale Mutua Torino: Cappelletti 5 (1/2, 1/1), Marks 27 (7/8, 2/4), Alibegovic 10 (1/3, 1/6), Pinkins 29 (6/8, 3/7), Campani 9 (4/9, 0/2); Toscano 4 (2/2, 0/1), Traini, Jakimovski, Castellino, Cassar, Mortarino n.e., Reggiani n.e.. All. Cavina

Bergamo: Zugno 22 (5/6, 3/5), Lautier-Ogunleye 14 (3/9, 1/4), Carroll 19 (5/9, 1/3), Costi (0/1 da tre), Bozzetto 8 (2/5, 0/1); Allodi 9 (2/3, 1/1), Parravicini 4 (1/1, 0/1), Marra 2 (1/2), Dieng 2 (0/2 da tre), Crimeni n.e.. All. Calvani

Tiri liberi: Reale Mutua Torino 21/29, Bergamo 24/27

Rimbalzi: Reale Mutua Torino 29 (Pinkins 9), Bergamo 29 (Carroll 9)

Assist: Reale Mutua Torino 17 (Alibegovic, Traini 6), Bergamo 9 (Zugno 4)

Usciti per 5 falli: Traini, Cappelletti (Reale Mutua Torino), Lautier-Ogunleye, Costi (Bergamo)

Spettatori: 1500

Guarda la conferenza stampa post-partita di Marco Calvani

 

[Domenica 10 novembre 2019]




ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

    Acconsento al trattamento dei dati personali secondo l'informativa della privacy

    «
    »