24
Ott
2021

Finale amaro, la WithU Bergamo perde l’imbattibilità in campionato

Niente poker per la WithU Bergamo, che incassa la prima sconfitta in campionato per mano di Fiorenzuola. Gli emiliani passano a Bergamo con un 74-91 che rischia di trarre in inganno: per 35’ le due squadre hanno dato vita ad un duello equilibrato, che appunto si è risolto solo negli ultimi istanti di gara. Su tutti spiccano le prove di Filippini e Rubbini, trascinatori dei suoi, mentre per la WithU non basta la prestazione-monstre di Matteo Negri, 34 punti e 40 di valutazione. “Un passaggio a vuoto che ci deve far ragionare, perché siamo in un processo di crescita, anche se questa di per sé non è una partita totalmente sbagliata.”, così coach Cagnardi in conferenza stampa al termine della gara; l’occasione per il riscatto sarà il match di sabato 30 ottobre a Monfalcone.

Quattro triple filate di Filippini e Rubbini lanciano gli ospiti in apertura (2-12 al 4’), la WithU impiega un paio di giri in difesa per sistemarsi e trovare fluidità, ed ha la risposta con Negri (sette punti in un amen). Fiorenzuola resta in controllo anche se calano le percentuali, la WithU invece lucra da Sodero che si mette in moto con cinque punti e permette ai blu-arancioni di tornare a -4 a fine primo quarto (15-19 al 10’). Bergamo torna ad un solo possesso di distanza con Dell’Agnello, ma Fiorenzuola trova Jovanovic sotto canestro che riallarga il gap (19-25 al 13’); la WithU non cede, si affida all’ottimo Negri che con due bombe impatta a quota 27, obbligando Galetti al time-out. Gli ospiti si affidano a Filippini, la WithU a Ihedioha per tenere la parità, ma il finale di primo tempo è di marca emiliana (34-41 al 20’).

La ripresa si apre con tanta animosità in campo, e gli animi si scaldano sin da subito: la WithU resta in scia con Dell’Agnello e Negri, rispondendo ai canestri del solito Filippini (42-47 al 23’). Cagnardi ha il problema falli legato ai suoi lunghi, ma Negri è imprendibile per la difesa ospite e Savoldelli scrive il primo vantaggio interno del match con la tripla del 48-47. Manenti riesce a mettere la museruola a Filippini in un paio di occasioni, anche se il lungo giallo-blu è una costante spina nel fianco, e sotto canestro il classe 2002 dimostra di saperci stare piazzando tre stoppate nel giro di pochi istanti, Bergamo racimola sei punti di vantaggio grazie anche ai liberi di Negri, prima che la tripla di Ricci fissi il 61-58 del 30’. Il testa a testa dura di fatto fino al 35’, da qui Fiorenzuola ingrana le marce alte e scappa via: Rubbini è assoluto protagonista con 8 punti filati che aprono il divario (72-82 al 38’), la WithU non ne ha più e Fiorenzuola sigilla la vittoria con i liberi di Rubbini ed Alibegovic. Il finale recita 74-91 in favore degli emiliani.

WithU Bergamo-Pall. Fiorenzuola 1972 74-91 (15-19, 34-41, 61-58)

WithU Bergamo: Savoldelli 7 (1/3, 1/5), Sodero 9 (3/5, 1/6), Negri 34 (5/7, 4/9), Dell’Agnello 10 (3/8, 0/1), Ihedioha 4 (2/4, 0/1); Isotta 5 (2/3, 0/3), Bedini 1 (0/1, 0/5), Manenti 3 (1/3), Cagliani 1, Piccinni, Dembelè n.e., Mora n.e.. All. Cagnardi

Pall. Fiorenzuola 1972: Rubbini 24 (4/6, 4/6), Alibegovic 11 (1/8, 1/4), Jovanovic 4 (2/4), Ricci 13 (3/5, 1/3), Filippini 25 (5/13, 3/4); Cipriani 4 (2/6, 0/1), Galli 2 (1/5), Bracci (0/1), Livelli 8 (0/5, 1/3), Avonto n.e., Boriani n.e., Bussolo n.e.. All. Galetti

Tiri liberi: WithU Bergamo 22/29, Pall. Fiorenzuola 1972 25/32

Rimbalzi: WithU Bergamo 34 (Savoldelli, Negri, Dell’Agnello, Manenti 6), Pall. Fiorenzuola 1972 57 (Filippini 18)

Assist: WithU Bergamo 16 (Savoldelli 4), Pall. Fiorenzuola 1972 9 (Alibegovic 4)

Usciti per 5 falli: Isotta, Ihedioha (WithU Bergamo), Galli (Pall. Fiorenzuola 1972)

Spettatori: 350




ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

    Acconsento al trattamento dei dati personali secondo l'informativa della privacy

    replica rolex
    «
    »