Non riesce alla Withu Bergamo l’impresa di battere la Stella Azzurra Roma con 20 punti di scarto. Dopo 45’ di gioco i gialloneri si impongono 93-87, ma è un successo che non serve ad evitare l’ultimo posto nel girone Nero, e la conseguente retrocessione in Serie B. Spinti da Jones e Pullazi, autori di prove maiuscole (rispettivamente 38 e 34 punti), gli uomini di Calvani accarezzano il sogno della rimonta per 20’, per poi doversi arrendere alle folate di Thompson, 32 punti, e del duo Giordano-Rullo, cinici nella ripresa. I romani chiudono questa fase alle spalle dell’Edilnol Biella e si qualificano ai play-out, per la Withu c’è l’amarissimo finale, l’epilogo di una stagione complicata.

Sin dalle prime battute i gialloneri si appoggiano a Jones e Pullazi, mentre Roma ha come punto di riferimento Thompson (13-9 al 6’). I laziali giocano subito le carte Rullo e Marcius per mettere esperienza sul parquet, ma è il solito Jones che sigilla il primo quarto con la Withu avanti 23-21. I gialloneri piazzano un mini-break spinti da Zugno nei primi 4’ minuti del secondo periodo (33-25 al 14’), dando l’impressione di essere centrati ed assolutamente in partita; Stella Azzurra replica con sei punti consecutivi di Thompson, ma sotto canestro Pullazi è un’iradiddio, e con Jones scrive il +9 interno con il quale si va negli spogliatoi (44-35 al 20’).

replica horloges

La Withu sarebbe in media con il progetto-rimonta, ma dopo la sosta lunga riappare Thompson: otto punti praticamente consecutivi rimettono Stella Azzurra in scia (46-43 al 22’). La Withu si scompone in attacco, da fuori fatica a trovare il canestro anche se Masciadri si iscrive a referto per il nuovo +6 interno; il solito Thompson è un rebus irrisolto per la difesa di casa (54-52 al 30’), Stella Azzurra amministra il tempo a disposizione nonostante Jones e Pullazi siano gli ultimi a mollare (71-64 al 36’). Il gap tra le due formazioni non si allarga, allora la Withu decide di portare la gara al supplementare per tentare l’ultima disperata carta, ed in mezzo ad errori volontari dalla lunetta si arriva all’overtime (79-79 al 40’). Le speranze residue durano un paio di giri di orologio: non bastano gli ultimi canestri di Jones, Pullazi e Da Campo per riaprire i giochi, anche se al 45’ il tabellone recita 93-87. Vince la Withu Bergamo, ma non basta.

Withu Bergamo-Stella Azzurra Roma 93-87 d.t.s. (23-21, 44-35, 54-52, 79-79)

Withu Bergamo: Zugno 8 (4/7, 0/4), Jones 38 (6/13, 6/10), Da Campo 3 (1/4, 0/3), Pullazi 34 (7/10, 2/7), Seck (0/1); Parravicini, Masciadri 4 (2/2, 0/5), Vecerina 6 (2/5, 0/1), Bedini (0/1 da tre), Easley n.e., Riboli n.e., Aiello n.e.. All. Calvani

Stella Azzurra Roma: Giordano 15 (6/6, 0/1), Thompson 32 (5/12, 3/10), Nikolic 9 (4/8, 0/2), Pugliatti 2 (1/5), Thioune (0/3); Rullo 12 (1/1, 2/7), Menalo 2 (1/3), Marcius 8 (2/5), Visintin 4 (2/3, 0/2), Innocenti 3 (1/1 da tre), Ghirlanda n.e., Mabor n.e.. All. D’Arcangeli

Tiri liberi: Withu Bergamo 25/40, Stella Azzurra Roma 25/36

Rimbalzi: Withu Bergamo 56 (Pullazi 13), Stella Azzurra Roma 42 (Thompson 14)

Assist: Withu Bergamo 6 (Zugno, Jones 2), Stella Azzurra Roma (Thompson 4)

Usciti per 5 falli: Zugno, Bedini, Da Campo (Withu Bergamo), Nikolic, Thioune, Marcius (Stella Azzurra Roma)

Spettatori: gara disputata a porte chiuse

[Domenica 16 maggio 2021]

A caccia dell’impresa. Si potrebbe sintetizzare in questo modo l’ultima gara del girone Nero per la Withu Bergamo. Al PalaAgnelli arriva la Stella Azzurra Roma, e per gli uomini di Calvani serve una vittoria con uno scarto di almeno 20 punti, per poter recuperare il gap sui capitolini nel quoziente canestri generale. Biella è già al sicuro, l’altro posto per i play-out uscirà dopo i 40’ sul parquet bergamasco; Stella Azzurra ha un tesoretto non indifferente di punti da amministrare, ai gialloneri servirà quindi una gara ai limiti della perfezione, in attacco ed in difesa. C’è voglia di rivalsa, di cercare quel miracolo sportivo che permetterebbe ai gialloneri di allungare la propria stagione. Ma sarà tutt’altro che semplice, perché di fronte c’è una squadra galvanizzata dal successo ottenuto contro Biella replica watches, che gioca con la freschezza e la determinazione necessarie per questo tipo di gare.

In casa Withu sulla via del recupero ci sono sia Tony Easley, visto per pochi minuti in campo la scorsa settimana a Biella, che Matteo Parravicini; il loro impiego verrà comunque valutato all’ultimo minuto. Stella Azzurra farà affidamento sulle iniziative di Thompson (22.3 punti e 3 assist di media in questo girone Nero) e sulla presenza sotto canestro del croato Marcius (16.3 punti e 6.7 rimbalzi). In quintetto spazio anche a Giordano, Nikolic e Pugliatti; dalla panchina escono gli esterni Rullo e Visintin – con il bergamasco Innocenti che potrebbe avere spazio – ed il lungo senegalese Thioune.Possibili minuti anche per Mabor, altro atleta ‘interno’ al servizio di coach D’Arcangeli.

Coach Gabriele Grazzini alla viglia del match: “Stiamo lavorando per compiere una vera impresa: non sarà sufficiente vincere, dovremo farlo con almeno 20 punti di scarto, e ciò dà l’idea di cosa ci aspetta domenica. Nel match d’andata abbiamo subito Stella Azzurra sin dal riscaldamento; una gara che ci ha lasciato grosse ferite, ed in questi giorni abbiamo toccato questa ferita per sentirne il dolore e per poter reagire come meritiamo, come dobbiamo, per il rispetto di noi stessi e della maglia che indossiamo. Siamo pronti, carichi e determinati ad allungare la stagione: una sfida che si giocherà – come sempre – sul piano tecnico-tattico, ma anche sul piano mentale e dell’energia, e stavolta avremo davvero bisogno di qualcosa di ‘oltre’ a questi elementi. Stella Azzurra è una squadra giovane, di talento, con grandi ambizioni, ma noi vogliamo che questa gara sia l’inizio di un’ultima fase, quella che ci porterà ai play-out per salvare la categoria, e vogliamo finire la stagione raccogliendo i frutti del duro lavoro svolto dal gruppo squadra in questi mesi. Sappiamo che noi saremo in campo in un palazzetto che, nel pieno rispetto del regolamento, ci vedrà in pochi intimi, ma sappiamo anche che fuori dal PalaAgnelli avremo la spinta del cuore bergamasco e di chi in questi mesi ci ha sostenuto e spronato.”

Arbitri dell’incontro i signori Stefano Ursi di Livorno, Alessandro Tirozzi di Bologna e Stefano Wasserman di Trieste.

Palla a due domenica 16 maggio 2021 alle ore 17.00 presso il PalaAgnelli di Bergamo. Diretta prevista su LNP TV per gli abbonati a LNP TV PASS.

[Sabato 15 maggio 2021]

La Withu Bergamo esce sconfitta dall’Hype Forum di Biella con il punteggio di 82-66, e questo secondo passo falso consecutivo complica la strada verso il play-out. Gli uomini di Calvani, che inseguono i padroni di casa per larghi tratti del match, trovano la forza per rientrare e giocarsi la partita nelle battute finale, ma devono arrendersi al trio Laganà-Hawkins-Carroll, quest’ultimo decisivo con le due triple consecutive che spaccano il match a 4’ dalla fine. Lo scarto finale è fin troppo severo – maturato appunto negli ultimi giri di orologio – ma ora bisogna necessariamente vincere domenica 16 maggio in casa contro la Stella Azzurra Roma: prima dell’ultima gara di questo girone Nero c’è la sfida tra romani e piemontesi e, per non dover far calcoli, serve sperare in un successo biellese, per poi giocarsi l’all-in al PalaAgnelli.

Biella scatta forte, Hawkins non sbaglia mai dal campo e permette a Biella il primo allungo (15-8 al 5’). Calvani sistema le cose e Bergamo risale: Da Campo infila 7 punti praticamente consecutivi all’interno di un break di 0-8 che fissa la parità a quota 15, Biella però replica con egual moneta e chiude la prima frazione avanti 23-15. La difesa giallonera patisce le scorribande offensive orchestrate dagli esterni biellesi, che danno il nuovo allungo sul +9, ma c’è Bedini che con due triple filate riporta Bergamo in scia (29-26 al 17’). Il finale di primo tempo è dei padroni di casa, che con Berdini ed Hawkins si portano sul 36-30 al 20’.

Dopo una fase di equilibrio ad inizio terzo quarto, Biella scappa ancora, prendendosi il primo vantaggio in doppia cifra della serata con il solito Hawkins (46-34 al 25’), ma da qui la Withu inizia la sua rimonta: Zugno entra di prepotenza nel match con otto punti di fila, anche Pullazi si fa sentire ed i gialloneri accorciano fino al -4 di fine terzo periodo (56-52 al 30’). C’è tutto il tempo per recuperare, Masciadri inchioda la tripla del -3 ma dall’altra parte Laganà detta i tempi e tiene avanti Biella (64-59 al 35’); Bergamo ha un paio di possessi per tornare a contatto ma non li sfrutta, allora ci pensa Carroll a decidere il match. Due triple nell’arco di 30 secondi danno il +11 a Biella, che sulla scia dell’entusiasmo sfonda e tocca il +17 con Miaschi. I canestri di Zugno e Laganà fissano il finale, all’Hype Forum finisce 82-66 in favore dell’Edilnol Biella.

Edilnol Biella-Withu Bergamo 82-66 (23-15, 36-30, 56-52)

Edilnol Biella: Berdini 9 (2/2, 1/2), Miaschi 13 (4/8, 1/3), Carroll 14 (1/3, 3/7), Hawkins 20 (7/9, 2/4), Barbante 2 (1/2, 0/1); Laganà 15 (4/9, 0/1), D’Almeida 6 (2/6), Pollone 3 (0/1, 1/2), Bertetti (0/1), Vincini, Aimone n.e., Loro n.e.. All. Squarcina

Withu Bergamo: Zugno 18 (3/10, 3/7), Jones (0/6, 0/1), Da Campo 10 (2/3, 2/4), Pullazi 13 (2/5, 2/8), Seck 4 (1/3); Masciadri 8 (1/2, 2/10), Vecerina 4 (2/5, 0/2), Easley, Bedini 9 (0/1, 3/3), Parravicini n.e.. All. Calvani

Tiri liberi: Edilnol Biella 16/24, Withu Bergamo 8/14

Rimbalzi: Edilnol Biella 37 (Hawkins 9), Withu Bergamo 41 (Seck 8)

Assist: Edilnol Biella 17 (Laganà 5), Withu Bergamo 16 (Zugno 6)

Usciti per 5 falli: Pullazi (Withu Bergamo)

Spettatori: gara disputata a porte chiuse

[Domenica 9 maggio 2021]

La Withu Bergamo incrocia per la quarta volta in stagione il proprio destino con quello dell’Edilnol Biella. All’Hype Forum, nella quarta giornata del girone Nero, andrà in scena una sfida ad altissima tensione: nessuna delle due formazioni può sbagliare, visto l’equilibrio dopo le prime tre gare all’interno del girone. Chi vince fa un passo importante verso un posto nei play-out: Biella andrà a far visita alla Stella Azzurra Roma nel turno infrasettimanale, mentre la Withu ospiterà al PalaAgnelli i laziali nell’ultima giornata. Tutto può succedere, come già successo nei tre match già giocati in questo raggruppamento.

Le due formazioni, praticamente, si conoscono a memoria: nelle fila dei piemontesi dovrebbe esserci Hawkins, in panchina nel match del PalaAgnelli ma giù utilizzato tre giorni dopo contro Stella Azzurra, mentre i gialloneri sperano fino all’ultimo di poter schierare Easley e Parravicini, in recupero dopo i rispettivi problemi fisici.

Il vice allenatore Gabriele Grazzini alla viglia del match: “Affrontiamo i rossoblu per la quarta volta in stagione. Uno scontro che ha i suoi paradossi, in quanto sono ben note le caratteristiche individuali dei giocatori, ma sarà una partita diversa dalle altre per vari motivi: lo stato di forma – differente rispetto alle altre gare – la tensione che vivranno le due formazioni, molto alta, ed anche a livello tattico entrambe abbiamo ancora molto da esprimere ed esplorare, e quindi verranno proposte nuove soluzioni tattiche che renderanno imprevedibile questa quarta sfida. Mi aspetto una partita ‘brutta’ da vedere, una partita piena di azioni confuse e di tensione. Una vera e propria battaglia. Sarà molto importante la tenuta mentale e la capacità di adattarsi alle varie fasi della gara. Da parte nostra stiamo reagendo alla brutta sconfitta di Roma, preparandoci al meglio sia dal punto di vista tecnico che mentale, e butteremo veramente il cuore oltre l’ostacolo per una sfida senza domani.”

Arbitri dell’incontro i signori Gianluca Gagliardi di Anagni (FR), William Raimondi di Scicli (RG) e Giampaolo Marota di San Benedetto del Tronto (AP)

Palla a due domenica 9 maggio alle ore 18.00 presso l’Hype Forum di Biella. Diretta prevista su LNP TV per gli abbonati a LNP TV PASS.

[Sabato 8 maggio 2021]

A seguito degli esami strumentali sostenuti oggi, martedì 4 maggio, da Tony Easley, l’ecografia conferma la diagnosi clinica e parla di lesione parziale incompleta del tendine quadricipitale destro.

Il giocatore sarà sottoposto alle terapie del caso, in attesa di una valutazione di prognosi definitiva.

[Martedì 4 maggio 2021]

Bergamo Basket 2014 informa che, a seguito del forte trauma diretto avvenuto a livello della rotula del ginocchio destro nell’ultimo allenamento pre-gara – che ha tenuto Tony Easley prudenzialmente fermo ieri nella sfida contro Stella Azzurra Roma, l’atleta verrà sottoposto nella giornata di domani, martedì 4 maggio, agli esami strumentali del caso per diagnosticare con precisione l’entità e le conseguenze dell’infortunio.

Si informa altresì che l’atleta Matteo Parravicini sarà sottoposto giovedì 6 maggio a risonanza di confronto con quella precedente di due settimane fa per accertare lo stato di riparazione della lesione riportata al muscolo semi tendinoso della gamba destra che ha tenuto fino ad oggi il giocatore lontano dai campi di gioco.

[Lunedì 3 maggio 2021]

Pesante k.o. per la Withu Bergamo, sconfitta 87-60 in casa della Stella Azzurra Roma nella terza giornata del girone Nero. Un passo falso che fa male ai gialloneri, raggiunti e di fatto scavalcati dai romani in classifica per via della differenza canestri: sempre in rincorsa, gli uomini di Calvani subiscono l’aggressività dei romani e le condizioni ambientali al limite dell’Arena Felici. Ora la situazione in classifica vede le tre squadre appaiate a due punti, con Biella davanti a tutte per la differenza canestri: la sfida ai piemontesi di domenica 9 maggio diventa oltremodo importante, da non sbagliare.

Pronti via e la Stella piazza subito il primo allungo: Thompson guida, Thioune e Pugliatti fanno male da sotto, e Pullazi è l’unico che prova a tenere Bergamo in linea (10-5 al 5’). Anche Nikolic si iscrive al match, le triple giallonere di Masciadri e Jones servono per non far dilagare i padroni di casa, che comunque al primo mini-break sono avanti in doppia cifra, 25-15. La scossa la dà la difesa giallonera, due palle rubate consecutive permettono a Da Campo di siglare il -6 in apertura di secondo quarto, ma purtroppo resta solo un fuoco che Stella spegne subito: le percentuali al tiro di Thompson e soci restano alte, l’ingresso in campo di Rullo e Marcius porta esperienza e Stella Azzurra allunga in maniera netta fino al +17, chiudendo il primo tempo avanti 45-30.

Ci si aspetta la risposta della Withu nella ripresa, ma dopo due tripla in fila di Jones, arriva il nuovo strappo firmato Nikolic-Thompson (57-36 al 24’). I gialloneri patiscono l’aggressività dei padroni di casa, che intasano gli spazi in area concedendo solo conclusioni da oltre l‘arco: si fanno notare Vecerina e Masciadri, bravi a ricucire minimamente il gap, ma il finale di frazione è ancora dei romani (68-45 al 30’). Con la gara già di fatto terminata con 10’ di anticipo, l’ultimo quarto diventa importante per la differenza canestri, ma Stella Azzurra non cala la propria intensità e chiude il match sul +27. All’Arena Altero Felici finisce 87-60 in favore della Stella Azzurra.

Stella Azzurra Roma-Withu Bergamo 87-60 (25-15, 45-30, 68-45)

Stella Azzurra Roma: Giordano 5 (1/2, 1/1), Thompson 20 (7/15, 1/3), Nikolic 10 (2/3, 2/2), Pugliatti 8 (4/5), Thioune 9 (2/3, 1/1); Rullo 7 (1/2, 1/3), Marcius 20 (6/7), Innocenti 2 (1/2), Visintin 6 (3/5, 0/2), Mabor n.e., Ndzie n.e., Ghirlanda n.e.. All. D’Arcangeli

Withu Bergamo: Zugno 9 (1/3, 2/9), Jones 14 (2/6, 3/6), Da Campo 8 (3/3, 0/2), Pullazi 13 (3/5, 0/7), Seck; Masciadri 8 (1/3, 2/6), Bedini, Vecerina 9 (3/3, 0/3), Easley n.e., Parravicini n.e.. All. Calvani

Tiri liberi: Stella Azzurra Roma 15/17, Withu Bergamo 13/23

Rimbalzi: Stella Azzurra Roma 34 (Marcius 8), Withu Bergamo 27 (Vecerina 6)

Assist: Stella Azzurra Roma 21 (Nikolic 5), Withu Bergamo 14 (Zugno 7)

Usciti per 5 falli: nessuno

Spettatori: gara disputata a porte chiuse

Dopo la vittoria all’esordio contro l’Edilnol Biella, la Withu Bergamo fa visita alla Stella Azzurra Roma nella terza giornata del girone Nero. Una gara che rappresenta un bivio importante, per entrambe le formazioni: i laziali vogliono riscatta il k.o. subito nel turno infrasettimanale a Biella, i gialloneri – con un successo – farebbero un deciso passo in avanti verso la conquista del play-out. Attenzione però alle trappole: non deve ingannare il ruolino di marcia dei romani, che in parecchie occasioni hanno lottato fino all’ultimo. La giovane età media della truppa di D’Arcangeli può essere un punto di forza in gare senza ritorno come queste.

Coach D’Arcangeli, colui che ha plasmato il progetto Stella Azzurra, può far affidamento sul terzetto senior Rullo-Thompson-Marcius: i primi due, che formano il reparto guardie, viaggiano rispettivamente a 13.7 e 20.8 punti a gara in regular season (Thompson ha pure un season-high a 44 punti), mentre il lungo croato arrivato a metà stagione somma 9.8 rimbalzi a 10.2 punti a gara. Completano il quintetto le ali di formazione italiana Nikolic e Mabor. Dalla panchina pronte le guardie Giordano e Pugliatti, le ali Innocenti e Visintin – con l’incognita Menalo, fuori per infortunio da qualche tempo – ed i lunghi Thioune e Ndzie.

Il vice allenatore Gabriele Grazzini alla viglia del match: “Giochiamo in casa di Stella Azzurra, che nel turno infrasettimanale ha perso a Biella. Go-to-guy dei romani è Thompson, che gestisce il 24% dei possessi e realizza il 30% dei punti, al suo fianco Rullo, realizzatore che ha calcato anche i campi di Serie A, ed il lungo Marcius: saranno loro tre a trascinare il gruppo dei giovani talenti dell’Academy. In tante occasioni, nelle sconfitte, ci sono divari di una manciata di punti, e sono riusciti a raccogliere qualche scalpo importante nel girone rosso. Un dato statistico curioso vede Stella Azzurra ultima nella classifica delle difese, cioè la difesa che ha subito più punti, ma prima per palle recuperate: ciò testimonia l’aggressività, la fisicità e la pressione sulla palla che riescono a fare i ragazzi di D’Arcangeli. A livello offensivo il loro modo di giocare rispecchia lo spirito di innovazione dell’Academy: situazioni di gioco particolari, con tanta creatività e imprevedibilità, ed una grande abilità di tutti i giocatori – soprattutto degli esterni – di attaccare dal palleggio. Ci sarà il possibile rientro di Menalo, un prospetto sotto osservazione dai maggiori college americani, che può dividersi nel ruolo di lungo ed ala piccola, ed il suo ritorno in campo può riaccendere la scintilla della squadra. Piccola curiosità: questa gara si giocherà nella “casa madre” di Stella Azzurra, dopo che per tutta la prima fase il loro campo da gioco era a Veroli, il che rappresenta un’insidia in più per noi, perché giocare veramente “in casa” per loro è molto importante e darà loro una marcia in più. Noi, dopo la vittoria meritata e non scontata contro Biella, affrontiamo la prima trasferta di questa seconda fase con sempre maggior fiducia e con le idee chiare per approcciare una partita del genere: ci aspetta una battaglia, Stella Azzurra ha come proprio marchio di fabbrica l’aggressività, l’energia e lo spirito di sacrificio e combattività. Un match importante, che può indirizzare la seconda fase nel modo in cui tutti ci auguriamo.”

Arbitri dell’incontro i signori Calogero Cappello di Porto Empedocle (AG), Simone Patti di Montesilvano (PE) e Umberto Tallon di Bologna.

Palla a due domenica 2 maggio alle ore 17.00 presso l’Arena Altero Felici di Roma. Diretta prevista su LNP TV per gli abbonati a LNP TV PASS.

[Sabato 1 maggio 2021]

Tony Easley, con una prestazione da 20 punti e 15 rimbalzi, per un complessivo 36 di valutazione, è stato nominato MVP della 1^ giornata della Seconda Fase di campionato.

Il nostro numero #43, oltre a queste cifre, ha aggiunto 3 stoppate ed 8 falli subiti, risultando il miglior giocatore di giornata per quanto riguarda l’indice di valutazione. La sua super-prestazione ha permesso alla Withu Bergamo di vincere la gara inaugurale del girone Nero contro l’Edilnol Biella.

Well done, Tony!

[Mercoledì 28 aprile 2021]

La Withu Bergamo batte il primo colpo nel girone Nero, e si impone 77-67 al PalaAgnelli contro l’Edilnol Biella. Una gara sempre comandata dagli uomini di Calvani, capaci di prendersi la doppia cifra di vantaggio nel primo tempo, soffrire il rientro dei piemontesi nel terzo quarto e piazzare l’allungo decisivo a metà dell’ultimo periodo. Trascinata dai suoi americani, Jones ed Easley – 18 e 20 punti rispettivamente la Withu parte con il piede giusto in questo girone infernale, mettendo il primo tassello in quella che dovrà essere la rincorsa ai Play-Out. Ora all’orizzonte c’è la trasferta in casa della Stella Azzurra Roma domenica 2 maggio, ma prima i gialloneri saranno spettatori interessati di Biella-Stella Azzurra in programma mercoledì 28 aprile.

In avvio si distinguono più le difese degli attacchi (5-7 al 4’), Biella si mette a zona sin dalla palla a due ed obbliga la Withu a girare sul perimetro, dove si distingue Da Campo con due triple. Zugno e Jones ribaltano la situazione, e la girandola di cambi fa prendere alla Withu il primo margine concreto del match (21-15 al 10’). Biella si affida a Carroll, ma Jones e Masciadri spingono la Withu al vantaggio in doppia cifra (30-18 al 14’), e l’energia di Easley e soci prosegue per tenere alto il margine (35-22 al 17’). Biella ha il problema falli con Barbante e si rimette a zona, dall’altra parte Miaschi si prende la scena ma nel finale ci sono Pullazi ed i liberi di Easley a mandare Bergamo avanti 40-27 all’intervallo lungo.

Di rientro dagli spogliatoi Biella si fa sentire con Barbante, la difesa ospite alza i giri ed il divario si dimezza (44-38 al 24’). La Withu si affida a Jones, che fa vedere di che pasta è fatto con tre canestri consecutivi dalla media, anche se dopo un momento di confusione Biella rientra fino al -5 con Miaschi prima e con Bertetti poi, e Barbante sigla il -3 che riapre i giochi (55-52 al 30’). La partita adesso è elettrizzante, Vecerina e Carroll mantengono inalterato il margine dopo 2’ nell’ultimo periodo, e dopo la burrasca la Withu si ritrova: Zugno, la difesa di Easley e Vecerina firmano il +8 interno, i due americani di casa respingono gli assalti degli ospiti, e dopo il canestro di Easley del +9 a 2’ dalla fine arriva la stoppata di Zugno che suggella il successo. Gli ultimi secondi sono comunque convulsi, con un antisportivo fischiato a Miaschi, la tripla di Laganà e l’ultimo libero di Bedini per il finale. Al PalaAgnelli finisce 77-67 in favore della Withu Bergamo.

Withu Bergamo-Edilnol Biella 77-67 (21-15, 40-27, 55-52)

Withu Bergamo: Zugno 7 (2/5, 1/5), Jones 18 (7/15, 1/4), Da Campo 10 (1/3, 2/4), Pullazi 2 (1/2, 0/1), Easley 20 (5/7); Masciadri 9 (3/3, 1/3), Vecerina 8 (2/5, 0/2), Seck 2 (1/1), Bedini 1 (0/2, 0/1), Piccinni n.e., Aiello n.e.. All. Calvani

Edilnol Biella: Berdini (0/2, 0/2), Pollone (0/3), Miaschi 15 (6/11, 1/4), Carroll 15 (5/10, 1/11), Barbante 21 (6/9, 3/5); D’Almeida 2 (1/2), Laganà 11 (3/11, 1/3), Bertetti 3 (1/2 da tre), Vincini, Hawkins n.e., Loro n.e.. All. Squarcina

Tiri liberi: Withu Bergamo 18/28, Edilnol Biella 4/4

Rimbalzi: Withu Bergamo 53 (Easley 15), Edilnol Biella 32 (Pollone 7)

Assist: Withu Bergamo 17 (Zugno 7), Edilnol Biella 14 (Pollone 5)

Usciti per 5 falli: Miaschi (Edilnol Biella)

Spettatori: gara disputata a porte chiuse

[Domenica 25 aprile 2021]

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

    Acconsento al trattamento dei dati personali secondo l'informativa della privacy

    replica watches
    «
    »