14
Ott
2017

BERGAMO-TEZENIS VERONA 76-90

Bergamo lotta contro Verona con le unghie e con i denti, ma alla fine deve cedere agli scaligeri per 76-90. Un match comandato dai veneti nel primo tempo e fino al 30’, poi Bergamo recupera fino al 71-71, ma si ritrova a corto di fiato negli ultimi cinque decisivi minuti, dove la maggior freschezza di Jones e compagni ha la meglio. Una prova d’orgoglio per i ragazzi di coach Ciocca, che hanno fatto fronte all’emergenza in maniera encomiabile; ora la testa è già proiettata sulla prossima sfida, quando venerdì 20 ottobre 2017 al PalaNorda arriverà la corazzata Alma Trieste.

L’inizio è equilibrato, con le due squadre che vanno a braccetto (9-9 al 4’), mostrando buona confidenza con il canestro; Palermo spariglia dall’arco dando il primo vantaggio consistente ai suoi sul 9-14, Ferri e Fattori tengono Bergamo a contatto (13-16 al 7’), Pierich e Sergio entrano nel match, con l’ala veronese autore di due triple che scavano il primo solco (15-24 al 9’), col vantaggio che si amplia fino al 16-26 del 10’.

Palermo fa volare Verona a +16 (16-32 al 12’) con sei punti filati, a cui risponde Fattori, ma Verona segna sempre dall’arco e Pierich è in serata di grazia; Mascherpa segna i suoi primi punti provando a dare la scossa ai gialloneri, Verona resta sempre in controllo (30-44 al 18’), approfittando del solito Pierich e dei tanti rimbalzi offensivi catturati. Bergamo risale sul finale dopo un fallo antisportivo fischiato a Palermo, e il primo tempo si chiude con Verona avanti 35-46.

Bergamo torna nel match grazie alla difesa e alle triple di Ferri e Cazzolato (47-50 al 24’), obbligando coach Dalmonte al time-out; c’è partita perché i gialloneri mostrano la loro miglior faccia, scaldando anche il pubblico sulle tribune del PalaNorda, ma Verona non si fa intimidire e torna a +8 (49-57 al 26’), che diventa +11 con la nuova tripla di Jones. Anche Amato punisce la difesa di casa e Verona scappa nuovamente a +11 con super Jones, che risponde a Solano, chiudendo il quarto 58-69.

Solano prova a trascinare Bergamo, e con Cazzolato riporta i suoi a -6 (63-69 al 33’), Ferri è cinico e fa -3, infuocando gli ultimi 6 minuti di gioco. Jones e Solano fanno giocate da campioni, ed è Ferri che impatta a quota 71 con l’ennesima conclusione da oltre l’arco. Greene manda avanti Verona con un gioco da tre punti, e lo stesso fa +5 dalla media (71-76 al 36’), Mascherpa trova una tripla incredibile da otto metri per mettere Bergamo ancora a -2, ma il protagonista in questo frangente è Greene, con il settimo punto personale consecutivo (74-78 al 37’); Udom ruba palla per schiacciare il +6, che obbliga Ciocca al time-out. Sempre Udom sigla tre liberi di seguito (74-83 al 39’), poi un’altra rubata a centrocampo vale il +11, che sa di condanna per Ferri e compagni.

Bergamo-Tezenis Verona 76-90 (16-26, 35-46, 58-69)

Bergamo: Ferri 18 (1/1, 5/13), Solano 21 (4/10, 2/6), Cazzolato 9 (0/1, 3/7), Sergio 2 (0/1, 0/2), Bozzetto 8 (4/6); Fattori 12 (3/3, 1/2), Mascherpa 6 (0/1, 2/6), Magni n.e., Ricci n.e., Piccoli n.e.. All: Ciocca

Tezenis Verona: Palermo 11 (3/5 da tre), Greene 16 (5/8, 1/6), Udom 16 (4/6, 1/3), Jones 18 (5/14, 2/6), Maganza 6 (3/5); Pierich 14 (1/1, 4/4), Nwohuocha 4 (2/3), Amato 3 (0/7, 1/5), Visconti 2 (0/1, 0/1), Dieng n.e., Ikangi n.e., Oboe n.e.. All. Dalmonte

Tiri liberi: Bergamo 13/18, Tezenis Verona 14/17

Rimbalzi: Bergamo 29 (Bozzetto 10), Tezenis Verona 42 (Palermo 8)

Assist: Bergamo 17 (Solano 7), Tezenis Verona 13 (Greene 4)

Usciti per 5 falli: Nessuno

Spettatori: 1100




ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

    Acconsento al trattamento dei dati personali secondo l'informativa della privacy

    replica watches
    «
    »