26
Gen
2020

BERGAMO GETTA IL CUORE OLTRE L’OSTACOLO E SI ARRENDE SOLO IN VOLATA A TORINO

Bergamo sfiora un altro scalpo regale, cedendo solo in volata alla capolista Reale Mutua Torino per 96-98. Una partita a lungo in equilibrio, dove le due squadre hanno mostrato la loro miglior versione in attacco. A Bergamo non bastano cinque uomini in doppia cifra ed un cuore enorme per avere la meglio su Torino, che sfrutta nel migliore dei modi il proprio atletismo e la propria fisicità dentro l’area (18 rimbalzi offensivi, di cui 13 nel solo secondo tempo). I gialloneri restano a quota otto punti in classifica, a meno quattro dalle più dirette avversarie, e domenica 2 febbraio faranno visita alla Gevi Napoli, per la prima di tre gare in sei giorni.

È Jackson che si prende l’avvio gara: otto punti dell’americano danno il primo vantaggio a Bergamo (10-7 al 5’), Torino però c’è e con i suoi lunghi si tiene a contatto. Carroll risponde ad Alibegovic, ma gli ospiti mettono la testa avanti con i liberi di Alibegovic e Pinkins; Bergamo risale con il buon Carroll di questo periodo, prima del canestro di Bushati che chiude il primo quarto con Torino avanti di misura (21-22 al 10’). I piemontesi scattano bene dopo il mini-break, Campani firma la tripla del +6 che obbliga Calvani al time-out, da cui Bergamo esce decisa con Allodi e Jackson (30-31 al 14’). Diop e Cappelletti ridanno nuovamente margine a Torino, ma i gialloneri sono in partita, e con Carroll e Zugno ricuciono il gap fino al -2 del 20’ (43-45 all’intervallo lungo).

Bergamo non patisce la fisicità di Torino, e rimette il naso avanti con due triple di un infallibile Jackson, a cui rispondono prima Marks e poi Alibegovic per il nuovo allungo ospite (51-58 al 25’). I gialloneri si rimettono in carreggiata con Carroll e Parravicini, ma subito arriva la replica di Marks e Alibegovic per il +8 esterno. Calvani sistema i suoi in chiusura di frazione, che rispondono presente e tengono Torino nel mirino in vista dell’ultimo quarto (63-68 al 30’). Torino resta avanti con Diop e con i rimbalzi offensivi, Bergamo trova punti importanti da Parravicini ma deve inchinarsi ai lunghi piemontesi, che piazzano l’ennesimo strappo (72-83 al 35’). Sembra finita, ma Bergamo ha mille risorse: Zugno nel giro di dieci secondi riapre i giochi con due triple (80-85 al 38’), Torino replica con Pinkins per il +9 a 1’30” dalla sirena. Le triple di Carroll, Jackson e Parravicini danno speranza ai gialloneri, ma la freddezza dalla lunetta di Alibegovic e Marks non permette mai l’aggancio; sull’ultimo tentativo, con Bergamo a -2, Parravicini sbaglia appositamente il secondo libero a disposizione, ma il rimbalzo premia gli uomini di Cavina, che possono così esultare. Al PalaAgnelli finisce 96-98 in favore della Reale Mutua Torino.

Bergamo-Reale Mutua Torino 96-98 (21-22, 43-45, 63-68)

Bergamo: Zugno 13 (3/10, 2/7), Jackson 25 (1/4, 7/10), Carroll 22 (2/8, 3/5), Allodi 12 (6/10, 0/2), Bozzetto 6 (1/4); Parravicini 16 (4/5, 2/7), Costi 2 (0/1 da tre), Crimeni, Bertuletti n.e., Aristolao n.e.. All. Calvani

Reale Mutua Torino: Cappelletti 6 (2/2, 0/3), Marks 22 (3/6, 2/4), Alibegovic 20 (4/5, 1/8), Pinkins 17 (5/7, 1/3), Diop 19 (8/12, 1/1); Bushati 2 (1/1, 0/1), Campani 9 (2/7, 1/1), Toscano 3 (1/2, 0/1), Jakimovski n.e., Cassar n.e., Reggiani n.e.. All. Cavina

Tiri liberi: Bergamo 20/23, Reale Mutua Torino 28/39

Rimbalzi: Bergamo 34 (Bozzetto, Zugno 6)), Reale Mutua Torino 45 (Diop 12)

Assist: Bergamo 18 (Zugno 7), Reale Mutua Torino 16 (Cappelletti 5)

Usciti per 5 falli: Bozzetto, Jackson, Zugno (Bergamo); Toscano (Reale Mutua Torino)

Spettatori: 764

Guarda la conferenza stampa post-partita di Marco Calvani

 

[Lunedì 27 gennaio 2020]




ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

    Acconsento al trattamento dei dati personali secondo l'informativa della privacy

    «
    »