Maliano di nascita, ormai bergamasco d’adozione, Mamadou Dembelé è stato il primo giovane straniero ad approdare in BluOrobica. “Abu” adesso è carico per giocarsi le sue carte con la divisa giallonera. Ala/centro di 205 cm, 17 anni compiuti il 9 giugno fa del mix tra timidezza e determinazione sul campo le proprie prerogative. Perché lui preferisce alzare la voce sotto canestro. Senza neppure disdegnare qualche “uscita” in dialetto.

Mamadou Dembelé (ala/centro BB14): “Sono contento di affrontare questa bellissima avventura con la BB14 in B. Sono molto carico e prontissimo insieme ai miei compagni di squadra a regalare le soddisfazioni più belle ai nostri tifosi. Forza Bergamo!”

Diciotto anni compiuti 10 giorni fa. Poche parole e molti fatti per un ragazzo che preferisce far parlare il campo. Ci sarà anche Ismael Compaoré (ala di 195 cm) nel gruppo a disposizione di coach Albanesi. Dalla posizione 4 alla 3 per una maturazione cestistica in corso d’opera di un altro elemento splendido protagonista, nella scorsa annata, con l’Under 19.

Ismael Compaoré (ala BB14): “Sarà un enorme piacere poter far parte della squadra. Si tratta di un’occasione per migliorare, mettersi alla prova, focalizzarsi sui propri limiti e provare a superarli. Cercherò di dare il miglior contributo possibile, sia esso grande o piccolo alla BB14 e ai compagni per poter raggiungere insieme i migliori traguardi”

BB14 saluta la riconferma di Luca Manenti. Pedina importante per il campionato U19 dello scorso anno, Luca, classe 2002, ha sempre risposto “presente” anche quando è stato chiamato in causa da Cagnardi in prima squadra. Un lungo solido e di peso (203 cm per 93 kg), capace di farsi sentire sotto canestro, sia in attacco che in difesa. Grande voglia di giocare e di fare emergere le sue migliori qualità.

Luca Manenti (ala/centro BB14): “Sono molto contento di poter rimanere a giocare nella mia città, nella speranza che l’interesse nei confronti della pallacanestro sia lo stesso del finale della scorsa stagione. Credo sarà una bellissima annata dove tutti avranno la possibilità di migliorare e di dimostrare ciò che valgono in campo”.

“La potenza è nulla senza controllo” recitava un vecchio spot. In quegli anni Michele Zonca non era nato, eppure il claim sembra cucito su misura per lui. Pur riadattandolo. Playmaker molto tecnico di 18 anni (197 cm) ha numeri e physique du rôle. Il tutto naturalmente va calibrato e una stagione in più, acquisendo ancor più maturità, sarà estremamente funzionale al suo percorso di crescita.

Michele Zonca (playmaker BB14): “Ho deciso di rimanere in Bluorobica perché credo sia il posto dove posso migliorare maggiormente, confrontandomi con giocatori del mio livello e anche più alto. Inoltre la possibilità di giocare in serie B aggiunge la giusta esperienza per poi entrare nel mondo professionistico”.

Mattia Mora c’è. Il 18enne playmaker (191 cm), prodotto della fucina di talenti BluOrobica, è pronto a dar man forte alla causa BB14. In virtù della proficua sinergia con l’Azzanese milita da tempo in bluarancio. Lo scorso anno ha “saggiato” il palcoscenico della serie B pur senza avere la soddisfazione del debutto assoluto. Elemento dotato di fisicità e buona tecnica, sarà uno dei pilastri dell’Under 19 che andrà ancora a caccia delle finali nazionali.

Mattia Mora (playmaker BB14): “Sono contento di essere in pianta stabile nel gruppo della B. Sicuramente, attraverso il lavoro individuale, cercherò di crescere e migliorare eliminando certi errori. E sono certo che lo farò anche attraverso i consigli di coach Albanesi: non l’ho ancora conosciuto, ma il suo curriculum parla da solo”

La BB14 fa centro. Alla corte di coach Marco Albanesi sbarca Carlo Cane (203 cm). Barese classe 2004, compirà 18 anni il 1° settembre, ha mosso i primi passi con i colori della sua città per poi approdare a Fidenza e proseguire il suo percorso di crescita nel Varese Academy con cui ha conquistato l’ultimo titolo regionale sconfiggendo la Blu Orobica. Media di 5.5 punti nell’ultima stagione per un ragazzo che vuole proseguire, passo dopo passo, il suo apprendistato per sognare in grande.

Carlo Cane (centro BB14): “Sono molto felice di affrontare questa nuova avventura con la maglia di Bergamo. Una possibilità importante che arriva dopo l’esperienza nel Varese Academy dove ho disputato la C Gold e le giovanili, ma mi sono tolto la grande soddisfazione di allenamenti e convocazioni con la Prima Squadra. Ho affrontato la Blu Orobica diverse volte nel recente passato. E sono stati confronti sempre di gran livello. Ora metterò tutto il mio impegno per ripetermi con BB14”.

L’avventura nel girone B della Serie B Old Wild West per la BB14 scatterà come noto, dal campo dell’Unione Padova sabato 1° ottobre alle 20.30. La LNP, in giornata odierna, ha pubblicato il resto del calendario – comunque provvisorio fino al 9 settembre – che porterà i gialloneri ad esordire in casa il 9 alle 18 ospitando l’Orlandina poi doppio derby in una settimana, prima nella tana della neonata Brianza Casa Basket 22 (già ostacolo in Supercoppa sabato 10 settembre alle 20.30) seguito da quello interno con i bresciani del Lumezzane. Ultimo turno dell’anno il 17 dicembre a domicilio a San Vendemiano, chiusura il 7 maggio a Bergamo contro Crema.

L’analisi del ds Luca Belotti: “Premesso che, ad oggi, molti roster non sono ancora ben definiti, il calendario mi pare un crescendo di difficoltà. Vedo almeno quattro formazioni che sono ben strutturate e che puntano al vertice senza nascondersi. Infatti Orzinuovi, San Vendemiano, Capo d’Orlando e Mestre appaiono un gradino sopra tutto il resto del gruppo. Dal 5° al 16° posto invece può succedere di tutto e penso che sarà un torneo molto equilibrato. Alla luce della riforma dei campionati molti club hanno ringiovanito e sarà la qualità degli Under a determinare le posizioni. L’esordio con Padova di Volpato sarà già un test per misurare le nostre ambizioni e anche la sfida con Capo d’Orlando alla seconda giornata, seppur diversa nei contenuti, ci dirà molto sull’effettiva esperienza dei nostri giovani che si confronteranno con senatori del calibro di Baldassare, Passera e Laganà. L’unica certezza è che dobbiamo incontrarle tutte e se sarà, come ritengo un girone incerto, ci sarà ampio spazio per recuperare”.

Il commento di coach Marco Albanesi: “Sempre difficile commentare ora un calendario. La partenza è molto impegnativa perché si comincia con due avversarie solide e ambiziose come Padova e Capo d’Orlando, cosi come nel finale avremo due ostacoli del livello di Mestre e San Vendemiano e poi quelli che potrebbero essere scontri diretti con Desio e Crema. Positivo il fatto che le trasferte con le siciliane saranno ben distribuite”.

Per il calendario integrale clicca QUI

Avanti i giovani. Riccardo Piccinni, guardia di 190 cm che compirà 18 anni il prossimo 8 settembre, è un altro elemento su cui la BB14 è pronta a costruire presente e futuro. Qualche minuto in giallonero nell’ultima stagione, spazio e rendimento di spessore nella consociata Lussana Basket con tanto di doppio tesseramento ad impreziosire il tasso tecnico dell’Under 17. Dimostrazione concreta di ciò gli oltre 15 punti di media-partita.

Riccardo Piccinni (guardia BB14): “Ci sono anche quest’anno. Sul piano personale cercherò di migliorare per conquistarmi anche qualche minuto in serie B”.

Nel mondo della pallacanestro ha fatto tutto. Il giocatore, l’allenatore, il dirigente e infine il General Manager di BluOrobica, società per la quale gestisce, da quasi un lustro, dagli U13 alla serie C silver. Forte di questa esperienza Luca Belotti arriva in BB14 come direttore sportivo con un compito arduo quanto stimolante.

Luca Belotti (DS BB14): “Lascio parzialmente BluOrobica, alla quale continuerò a dare il mio apporto su alcuni aspetti organizzativi e sulla squadra U19 Eccellenza. L’incarico in BB14 sarà sicuramente impegnativo ma altrettanto divertente. Con i presidenti (Galluzzo e Andreini) abbiamo costruito una squadra che ci sembra avere il giusto mix. Mi piacerebbe che a Bergamo tornasse una pallacanestro solida, in linea con le aspettative della città, dei tifosi ma soprattutto continua. Sono certo che emergerà la parte nascosta di imprenditori pronti a dare una mano concreta senza appelli da grandeur.

Un rinforzo di grande esperienza e qualità, nel Roster della BB14 arriva Salvatore “Totó” Genovese, classe 1987, ala grande di 200 cm. Una carriera lunga 20 anni la sua, dall’esordio in una squadra senior nel 2001, a soli 13 anni con la maglia della Don Bosco Trapani (squadra di serie C2) alla Serie A e A2 con le maglie di Varese, Messina, Roseto, Treviglio e APU Udine.

Le stagioni più importanti le ha giocate a Varese e Bologna, sponda Fortitudo, squadra con la quale ha conquistato la promozione in A2. Poi tanta Serie B in piazze importanti come Orzinuovi, Montichiari, Piombino e Firenze per tornare in A2, a Udine nel 2018. L’ultima stagione Salvatore l’ha giocata in B, la prima parte nei Tigers Cesena, poi, da gennaio a Crema. Stagione che per Genovese si è chiusa con una media di 15,7 punti a partita.

Salvatore Genovese (ala BB14): “Conosco bene BB14 e Bergamo, ci ho giocato varie volte da avversario, quando vestivo le maglie di Montichiari e Orzinuovi, anche lo scorso anno nella seconda parte di stagione con la maglia di Crema. Sono contento di far parte di un team ambizioso, sarà un campionato di serie B inconsueto a causa della riforma, dobbiamo farci trovare pronti sin dall’inizio. Ho letto della collaborazione con BluOrobica che è da anni tra le eccellenze giovanili lombarde e non solo, sarà un’opportunità di crescita per i giovani che saranno aggregati, ci permetterà di rendere competitivi tutti gli allenamenti e preparare al meglio le partite”.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

    Acconsento al trattamento dei dati personali secondo l'informativa della privacy

    replica rolex
    «
    »